Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Programma del corso: Psicologia della Religione - Università Cattolica Milano, a.a. 2015-2016


Docente: Prof. Mario Aletti

Obiettivo del corso

Il corso si propone di introdurre a conoscenze critiche e a competenze di intervento sui processi psicologici dell’identità e dell'appartenenza religiosa nel contesto di una cultura pluralistica.

Programma del corso

La psicologia della religione: pluralità delle prospettive psicologiche di osservazione e complessità dell'atteggiamento verso la religione. Il contributo di Padre gemelli alla dilimitazione epistemologica della disciplina.

La prospettiva psicodinamica, a partire dal modello freudiano dell'illusione. Lou Andreas Salomé: dal narcisismo originario al desiderio di Dio nel "credente creativo". Donald Winnicott e il modello dei fenomeni transizionali applicato all’esperienza culturale, estetica, religiosa.

Identità religiosa, pluralismo, fondamentalismo. La religiosità in età evolutiva e la crisi giovanile di appartenenza. I fenomeni di de-conversione, di conversione e di radicalizzazione fino alla violenza "in nome di Dio". Il ruolo del contesto socioculturale, educativo e scolastico.

La questione degli abusi sessuali nella Chiesa. Aspetti psicoclinici e relazionali.

Bibliografia

M. Aletti, Percorsi di psicologia della religione alla luce della psicoanalisi. 2° ed. Aracne, Roma, 2010.

M. Aletti, - P. Galea,  Preti pedofili? La questione degli abusi sessuali nella Chiesa. Cittadella, Assisi, 2011.

Inoltre,

A. Per gli studenti frequentanti: appunti delle lezioni.

B. Per i non frequentanti:

un testo di approfondimento a scelta (solo capitoli o pagine indicate):

M. Aletti, My concern with psychology of religion: Defending psychology, respecting religion. In J. A. Belzen (a cura di), Psychology of religion: Autobiographical accounts (pp. 19-41). Springer, New York, 2012.

M. Aletti – D. Fagnani –  G. Rossi (a cura di), Religione: cultura, mente e cervello. Nuove prospettive in psicologia della religione/Religion: culture, mind and brain. New perspectives in psychology of religion, C. S. E., Torino, 2005. (Versione italiana dei testi di Belzen, Antonietti, Aletti).

M. Aletti –  G. Rossi (a cura di), Identità religiosa, pluralismo, fondamentalismo., C. S. E., Torino, 2004. (pp. 1 - 64).

F. De Nardi - R. Scardigno (a cura di),L’Io, l’altro, Dio. Religiosità e narcisismo. Aracne, Roma, 2012. (pp. 231-250; 299-321).

M. Palmer, Freud, Jung e la religione. C. S. E., Torino, 2000. (pp. 1-109).

R. W. Hood Jr., B. Spilka, B. Hunsberger, R. Gorsuch, La psicologia della religione. Prospettive empiriche e psicosociali. C. S. E., Torino, 2001. (pp. 1-184).

G. Rossi, - M. Aletti (a cura di), Psicologia della religione e teoria dell'attaccamento. Aracne, Roma, 2009. (pp. 1-44; 105-126).

Didattica del corso. Lezioni frontali in aula, che introducono ed integrano i testi base indicati sopra. Saranno disponibili sulla piattaforma Blackboard i lucidi presentati durante le lezioni ed altro materiale di sussidio.

Metodo di valutazione. L'esame si svolgerà tramite un colloquio con il Docente.

Ricevimento Il Prof. Mario Aletti riceve gli studenti su appuntamento, il martedì, ore 12.30-13.30 e il giovedì, ore 14.30-15.30, presso il Dipartimento di Psicologia.