Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Psicologia della religione e-journal - n. 4,1-2

PSICOLOGIA DELLA RELIGIONE e-journal

Rivista on line, n. 4,1-2

Sono stati pubblicati i seguenti articoli:

Stefano Golasmici, Un’angoscia psicotica nel rapporto col trascendente e coi simboli religiosi.

Riassunto: I simboli religiosi possono essere investiti della conflittualità psichica che caratterizza l’esperienza umana. Anche la psicosi è un’esperienza umana, che si caratterizza per la lacerazione del senso di sé e la perdita del senso di realtà. Il delirio è un esito adattativo e identitario finalizzato a suturare queste profonde lacerazioni, dove talora i simboli religiosi e l’idea della trascendenza trovano un’espressione intercettando il conflitto psichico tra fusione e scissione che contraddistingue l’angoscia psicotica.

Niccolò Lavelli, L'impatto della fede islamica nell'esperienza terapeutica: interrogativi intorno alle variabili culturali di individuo e realtà

Riassunto: L'esercizio della psicoterapia nell'ambito dell'etnopsichiatria impegna lo psicologo ad un costante confronto con gli aspetti simbolico-culturali e religiosi che non gli sono familiari, sfidando lo statuto culturale della psicologia e della pratica psicoterapeutica. L'emergere di contenuti religiosi nel corso della psicoterapia con migranti di fede islamica porta ad aprire una riflessione non solo sull'uso e sul significato che essi hanno nella dinamica intrapsichica del paziente ma anche sull'influenza delle variabili culturali nella costruzione di diversi statuti di realtà e di individuo.

Per leggere gli articoli: https://www.psyrel-journal.it/archivi/