Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Orientamenti Bibliografici (2012-2015) - Semestrale di letture

L'ultimo numero di Orientamenti Bibliografici della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale pubblica, tra le altre, la voce "Psicologia della religione", curata da Mario Aletti.

"...Oggi il “ritorno alla religione” è enfatizzato dai mass-media e dalla cultura diffusa. La figura di Papa Francesco, l’autorevolezza dei suoi insegnamenti e il rinnovamento delle strutture ecclesiastiche che si è avviato sono seguiti quotidianamente dai mezzi di informazione, non meno peraltro, degli scandali che vedono coinvolti membri del clero. Ad un livello più colto, libri ed intere collane di successo parlano di de-secolarizzazione e di post-secolarizzazione, di ritorno dell’anima, di rinnovamento della Chiesa, di bisogno di credere, ma anche di spiritualità post-trascendente e di “religione senza Dio”. In questo vasto contesto c’è un rinnovato interesse su che cosa la psicologia può dire attorno al “religioso” (religione, religiosità, spiritualità, ma anche ateismo, superstizione, integralismi e fondamentalismi)...

1. L’analfabetismo religioso

2. Vocabolario religioso e dinamismi psichici

3. Non è mai troppo tardi

Scarica l'articolo

Aletti, M. (2015). Psicologia della religione. Voce in Orientamenti bibliografici. Semestrale di letture a cura della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale. n. 46, pp. 50-57.