Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Di Marzio, R. (2016). Nuovi movimenti religiosi. Una sfida educativa

Recensione di Milena Stevani, Rivista di Scienze dell'Educazione, n. 55(2017), pp. 470-471

Il volume propone, dal punto di vista educativo, un articolato quadro di riferimento entro cui collocare il fenomeno del pluralismo religioso e, in particolare, la problematica del diffondersi di Nuovi Movimenti Religiosi nel contesto socio-culturale contemporaneo.

 

L’opera si colloca in continuità con la ricerca che l’Autrice da alcuni decenni sta portando avanti sui problemi collegati al diffondersi di nuove forme di religiosità e ai conflitti emersi all’interno del mondo cattolico e che, in parte, sono anche connessi a una scarsa informazione sulla complessità dei fattori, interni ed esterni, che incidono sull’adesione a questi nuovi gruppi e movimenti. La prefazione di Luigi Berzano introduce i contenuti e la postfazione di Massimo Introvigne suggella le stimolanti riflessioni.

L’obiettivo di evidenziare la sfida educativa posta dalla diffusione dei diversi movimenti religiosi è raggiunto, nella prima parte dell’opera, attraverso una opportuna chiarificazione terminologica del fenomeno e la presentazione di alcuni dati statistici che ne segnalano l’estensione in Italia. Viene inoltre segnalato l’utilizzo della rete come luogo privilegiato per l’offerta di differenti forme di spiritualità e quindi la necessità di potenziare le conoscenze e le capacità critiche delle persone che ne fanno uso, in particolar modo le nuove generazioni di utenti.

La posizione della Chiesa Cattolica sul pluralismo religioso odierno e le indicazioni che, a partire dal Concilio Vaticano II, sono state date nel corso degli anni attraverso i vari documenti del Magistero, sono collocate nel contesto più ampio del dialogo interreligioso e del principio fondamentale della libertà religiosa a cui ogni persona ha diritto, all’interno della società in cui vive. Viene inoltre segnalata l’azione preventiva che può essere svolta da una nuova evangelizzazione attuata mediante la testimonianza di vita, la trasmissione della Parola e una conoscenza più accurata del fenomeno dei Nuovi Movimenti Religiosi.

Il libro, nella seconda parte, mette a fuoco le implicazioni del fenomeno nel contesto scolastico-educativo rilevando il ruolo fondamentale che l’istruzione può svolgere per promuovere il dialogo interculturale e interreligioso. Sono interpellati in modo particolare gli insegnanti di religione che operano nel 2° ciclo di istruzione, a contatto con le nuove generazioni di adolescenti che vanno educati a un atteggiamento consapevole e critico nei confronti delle varie proposte religiose, a un atteggiamento dialogico nei confronti di ciò che è diverso a livello culturale e religioso, a radicarsi nella propria identità religiosa per poter rispettare chi ha credenze diverse e segue percorsi religiosi differenti. Valida è la proposta di un percorso didattico mediante un approccio interdisciplinare allo studio del fenomeno dei Nuovi Movimenti Religiosi, per comprendere la molteplicità delle motivazioni interne e dei vari fattori esterni che spingono le persone ad aderire a uno specifico movimento.

Il volume offre un valido contributo per la comprensione di una tematica di notevole rilievo in un’epoca di rapidi cambiamenti socio-culturali, con conseguenti ripercussioni anche sulla strutturazione del senso dell’ identità religiosa personale, che non va contrapposta ma posta in dialogo con altre identità religiose. Il testo può costituire uno stimolante strumento di riflessione per gli studiosi, per gli educatori, per i genitori e per quanti sono interessati ai problemi delle nuove forme di esperienza religiosa.

Di Marzio, R. (2016). Nuovi movimenti religiosi. Una sfida educativa. Benevento: Passioneducativa, p.138.